Assemblea Pubblica Pescara 5 Stelle – 7 gennaio 2013

by • gennaio 10, 2013 • Assemblee PubblicheComments (4)1964

riunione_5sPresenti 29: Massimo Di Renzo, Massimiliano Di Pillo, Andrea Colletti, Gianluca Vacca, Raffaella Di Giovanni, Nicola Saraceni, Lelio Diodati, Raffaele Panichella, Roberto Trirè, Alessio Catone, Nicola Candeloro, Paolo Leonetti, Claudio Cercone, Carlo Iavicoli, Marco Zomparelli, Marcello Vitale, Alessandra Novelli, Fabio Pertosa, Giuseppe Rossi, Alessandra Falone, Fabio Iannone, Maurizio Rampazzo, Patrizia Muccianese, Marco Di Lorenzo, Fabrizio D’Agostino, Francesco Barbara, Emilio Ianaro, Adelchi Di Matteo, Antonio Di Rocco

Ordine del giorno:
1. Resoconto sulla raccolta firme
2. Proposte su attività future del gruppo
3. Creazione gruppi di lavoro e referenti
4. Varie ed eventuali

Resoconto sulla raccolta firme
La raccolta firme per la presentazione delle liste alle prossime elezioni politiche è andata molto bene infatti abbiamo raccolto quasi 6.000 firme in tutto l’abruzzo di cui quasi 1.500 a Pescara.

Proposte su attività future del gruppo
Raffaele proietta una serie di slide nei quali propone delle azioni di miglioramento per rendere maggiormente efficace l’azione del gruppo. Viene proposto l’utilizzo di Dropbox per la condivisione dei file di lavoro del gruppo, la creazione di un gruppo Facebook riservato ai soli attivisti, l’utilizzo di Doodle per l’organizzazione dei banchetti.

Creazione gruppi di lavoro e referenti
Viene decisa la creazione dei seguenti gruppi di lavoro:

  • Comunicazione
  • Urbanistica
  • Ufficio Legale
  • Sanità
  • Bilancio
  • Ambiente/Energia
  • Organizzazione Eventi
  • Rassegna stampa

Varie ed eventuali
Viene deciso di cambiare il format delle Assemblee che saranno strutturato in due sezioni: la prima più orientata alle divulgazione delle idee del MoVimento la seconda più orientata ai problemi organizzativi del gruppo.

Alle 0,30 l’Assemblea viene sciolta

Pin It

Related Posts

4 Responses to Assemblea Pubblica Pescara 5 Stelle – 7 gennaio 2013

  1. P.G. scrive:

    Salve
    seguo il blog di Grillo da quando Travaglio inizio il Passaparola e da allora in modo sempre piu assiduo. Sono iscritto al M5S sin dalla prima ora ma non ho mai partecipato a riunioni dei meetup sia per mia indole che per ragioni pratiche avendo cambiato città. Vivo a Pescara da un annetto (ma per ora non sono residente qui) ed è un po che penso di partecipare al meetup anche solo per provare a vedere che aria tira ma anche per dare una mano in queste fasi così impegnative. C’è però una cosa che mi frena: ho letto lo statuto interno del gruppo di Pescara e da una parte si dichiara l’impegno alla trasparenza e dall’altra la tutela al diritto della privacy. Scrivere su questo sito, come relazione di ogni seduta tenutasi i nomi di tutti i partecipanti la trovo una cosa che viola la privacy. Capisco la necessità di trasparenza ma non la vedo attinente con l’ elencare le presenze dato che a tutti dovrebbe essere consentito partecipare alle sedute, al contrario pubblicare la mia partecipazione è rendere pubblica le mie preferenze politiche.
    In aggiunta il modo in cui viene pubblicato è uno dei peggiori possibili dal punto di vista del rispetto della privacy: scrivendo direttamente in testo html del blog/sito come viene fatto da voi è poi sufficiente scrivere un nome su un motore di ricerca per essere indirizzati immediatamente sulle pagine nel quale compare quel nome. Provate ad immaginare una persona in cerca di occupazione, solo ad esempio, che non puo permettersi di correre il rischio di incappare in discriminazioni politiche. Avete mai provato a cercare su Google il vostro nome? E’ quello che di solito fà chi seleziona il personale o che comunque puo fare chiunque per le piu svariate ragioni. Inoltre questi sono dati che rimangono nel tempo fino a quando non vengono cancellate volutamente o il sito non viene cancellato, cosa che spesso non avviene mai.

    Se proprio non ritenete di fare a meno di pubblicare le presenze alle riunioni (ai contenuti delle quali dedicate poi molto meno spazio!) potreste prendere in considerazione di farlo tramite un file dil tipo .doc, .txt o .pdf che credo (ma non ne sono certo) siano ugualmente consultabili su internet ma molto meno esposti ai motori di ricerca.

    Spero in una risposta a quello che credo sia una perplessità che non riguarda solo me.

    Grazie

    • Massimo Di Renzo scrive:

      Ciao P.G.
      io credo che se una persona vuole “partecipare” e non essere solo spettatore di quello che gli accade attorno sia importante che ci metta la faccia, ma questa è soltanto la mia idea. Detto questo tra tutte le persone che hanno partecipato alle riunioni soltanto una volta una persona mi ha chiesto di non mettere il suo nome, anzi il suo cognome, nell’elenco e ovviamente ho esaudito il suo desiderio. Se qualcuno non vuol essere nominato basta che me lo dice e non ce lo metto, nessun problema… io invece sono convinto che in molti invece se ne vantino di essere in quell’elenco :-)

  2. P.G. scrive:

    Bene, il fatto di sapere che l’elenco è facoltativo è una risposta piu che esauriente e risponde ai criteri dello statuto; ne sono lieto. Lunedi cerchero di partecipare anch’io.

    Mettere la faccia però secondo me è da riferirsi al fatto di candidarsi. Se io mi candido sono tenuto a rivelare tutto di me perchè altrimenti assumendomi una responsabilità di portavoce metterei a rischio la credibilità di tutto il gruppo. Il fatto di partecipare a una riunione non mi sembra che possa avere attinenza con il “metterci la faccia”.
    Sul bolg di Grillo è consentito registrarsi e quindi scrivere i commenti tramite nickname e gli stessi post non scritti da Beppe spesso non hanno il nome per intero.
    Ma non mi sento di criticare in assoluto il tuo punto di vista, semplicemente la pensiamo diversamente.

    Anche a me piacerebbe trovarmi nella condizione di poter andare in giro a vantarmi delle mie 5 stelle, e in effetti chi mi conosce sa come la penso e quando ne ravviso il caso non manco di fare proselitismo o almeno di provarci. Purtroppo non mi trovo nella condizione di poter rendere disponibile a chiunque un certo tipo di informazioni.

    Io non ho detto che non mi piacerebbe far parte di quell’elenco o che non me ne vanterei ma che non posso, tutto qui. Ognuno ha le sue esigenze e ognuno dovrebbe rispettare senza giudicare quelle altrui, soprattutto quando derivano da una sofferenza.
    Giustamente come direbbe Beppe “siamo in guerra”; il problema è che purtroppo non tutti abbiamo le stesse armi.

    Spero di potermi confrontare e chiarire meglio con te di persona. Ciao

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>