Chi è il vero irresponsabile?

by • marzo 30, 2013 • Riflessioni a 5 StelleComments (5)1486

bersaniOrmai i media ci ripropongono in continuazione la stessa cantilena: il MoVimento 5 Stelle è irresponsabile perché non accetta di fare il governo bersani e tiene paralizzato il paese. NIENTE DI PIÙ FALSO

Chi è più irresponsabile? chi continua ad essere coerente con tutto quello che ha detto in campagna elettorale o chi tiene una settimana ferma la politica italiana in consultazioni che definire sovrabbondanti è solo riduttivo? Considera che bersani in questi giorni ha incontrato: comuni italiani (Anci), sindacati, volontariato (Forum del Terzo settore), industrie, (Confindustria, Confapi), commercianti/artigiani (Rete imprese italia), liberi professionisti (Confprofessioni), banche e assicurazioni, presidente del Censis, Roberto Saviano, don Luigi Ciotti, Forum delle associazioni giovanili, Consiglio nazionale degli studenti, Consiglio italiano del movimento europeo, Movimento federalista europeo e Gioventù federalista europea, Confagricoltura, Cia, Copagri, Confcooperative, Coldiretti, Legambiente, Federazione Pro Natura, Greenpeace, Wwf, Fai, Touring Club e Cai. Mancano solo Pippo Pluto e Topolino. Capirei se avesse già avuto l’incarico e stesse facendo il programma di governo ma non mi pare sia così e sarebbe bastato incontrare M5S, pdl, lega, scelta civica per capire che non era aria e che si poteva tranquillamente passare la mano.

Ma la cosa ancora più grave è che tengono tutto fermo fino a quando non si risolve il “problema governo”. Già da lunedì il M5S ha chiesto di iniziare a far lavorare le commissioni ma i partiti da questo orecchio non ci sentono, sono troppo impegnati in queste estenuanti consultazioni. Lo facciano pure ma intanto noi vogliamo cominciare a lavorare e non ce lo fanno fare. Magari potremmo cominciare a discutere della legge elettorale, di eliminare i rimborsi elettorali e le province, di aiutare le piccole imprese, per queste cose non serve il governo, serve il Parlamento. Ma loro sono impegnati nelle consultazioni…

Chi è più irresponsabile? chi coerentemente a quello che ha SEMPRE detto non vuol fare il governo con bersani o chi non vuol RIFARE il governo con chi è stato a braccetto nell’ultimo anno e passa? Se noi non votiamo il governo bersani facciamo il male del paese se bersani rifiuta di fare il governo con berlusconi invece è normale, perché?

Chi è più irresponsabile? chi è accusato di rimettere in gioco berlusconi o chi lo ha salvato più di una volta nell’ultimo ventennio? Noi l’ineleggibilità di berlusconi, la legge sul conflitto di interessi, l’abolizione della legge Gasparri LE VOTIAMO! Dopo che per decenni su questi argomenti quelli del pd hanno evitato di dar fastidio a berlusconi oggi le voteranno? saranno finalmente responsabili?

Chi è più irresponsabile? chi ha promesso che “anche se vincessi con il 51% mi comporterei come se avessi il 49%” e poi si prende le presidenze di entrambe le camere? E noi dovremmo dare la FIDUCIA a gargamella? Senza contare che questa nostra “irresponsabilità” ha già:

  • evitato l’elezione di franceschini e finocchiaro
  • aiutato la riduzione di costi e compensi di grasso e boldrini (purtroppo non anche l’ulteriore riduzione di auto blu) guarda qui
  • evitato che i 40 miliardi di euro destinati alle imprese fossero date in gran parte alle banche guarda qui

e forse mandato a casa il primo pezzo di casta… gargamella addio!

Pin It

Related Posts

5 Responses to Chi è il vero irresponsabile?

  1. ivano scrive:

    complimenti per l’ articolo

  2. il vate di Protagora scrive:

    Efficace l’analogia “siamo protagonisti di una rivoluzione francese post litteram, senza l’uso cruento della mannaia di Guillotin”. È doveroso, però, un approfondimento. A quale delle correnti e dei gruppi della Assemblea Nazionale Costituente ci ispiriamo: ai giacobini, ai girondini, ai montagnardi, ai foglianti? Se non sciogliamo questo nodo gordiano (che non è pura accademia, ma questione vitale), ogni ulteriore passo della “lunga marcia” sarà come la notte hegeliana: tutte le vacche sembreranno nere. Se la questione è meritevole di analisi (e, dunque, non destinata al cestino elettronico), si possono contattare i relatori dei seminari “Nuova Koinè”, organizzati dal Movimento 5 Stelle di Vasto. Altro tema, che dovrebbe diventare “pane quotidiano” degli eletti, è la dottrina del recall.

  3. ivano scrive:

    LETTERA IN MOVIMENTO

    L’ italia e’ un paese vecchio , vecchio nelle persone vecchio nelle idee vecchio nella politica , anche un giovane oggi e’ vecchio ma non per colpa sua ma perche purtroppo e’ stato privato ad arte di tutto quello che poteva farlo ragionare con la sua testa , ha vissuto anni di bombardamenti mediatici fatti di culi tette Nasi rifatti, di cultura del tutto e’ permesso tutto e ‘ bello, ma si ma che mi frega tanto ci pensa papa’. I nostri vecchi di oggi non sono come quei bei vecchi rugosi accigliati pensierosi ma determinati e volenterosi che erano i miei nonni o i miei bisnonni , i vecchi di oggi vivono con beautiful cento vetrine con c’ e posta per te con ti lascio una canzone con l’ informazione sia televisiva ch e giornalistica deviata e falsa vivono ormai da anni imbambolati impauriti sia per loro che per i nipoti , stai attento quando esci sai e ‘ pericoloso , vivono di “ ma l’ha detto la tv?” …….insomma il paese sembra irrecuperabile vecchio e triste
    Senza speranze……
    Ma ad un certo punto una grande forza innovatrice irrompe nel panorama della nostra vita… un movimento fatto di GIOVANI e meno giovani che si sono finalmente svegliati da quell’ imbambolamento e si rimettono in gioco inziano di nuovo a respirare a far capire a quasi tutti che anche loro ci sono che anche loro contano , ed iniziano a lavorare giorno dopo giorno alla costruzione di un Italia piu’ bella piu’ pulita piu giusta , libera finalmente Dalla” gabbia” in cui e stata chiusa per troppi anni…Come un miracolo anche i vecchi si risvegliano e ritrovano quell’ orgoglio quella saggezza che li ha sempre contraddistinti e che era solo sopita da tempo …inseme vecchi e giovani diventano finalmente un tutt uno…entrano prima nei comuni poi nelle regioni e poi finalmente in parlamento…e subito il “VECCHIOMOSTRO” li tallona li deride li schernisce ma loro sono il cambiamento Loro sono il nuovo non possono cedere, mai si arrenderanno di fronte a quel “VECCHIO MOSTRO” che vuole a tutti i costi riportarli nella gabbia per sempre ……la posta in gioco e ‘ troppo alta per essere sconfitti , e’ in gioco il loro futuro quello dei loro figli e nipoti….ed allora, dai ragazzi, lavorate insieme a noi cittadini per una Italia piu’ pulita piu giusta finalmente scevra da inciuci, accordi sottobanco solo per tornaconto personale e di partito, per un Italia piu’ bella piu’ onesta piu’ moderna,lavorate anche per un Italia piu’ umile protesa verso i deboli e chi ha bisogno , lavorate insieme a noi per riportare la cultura in in primo piano perche questo merita una nazione che ne e’ madre e padre storica, lavorate insieme a noi per riportare in patria tutti quei ragazzi che hanno portato la loro sapienza ed esperienza all’ estero e che da li ci inorgogliscono per la loro ricerca e per le loro fantastiche scoperte scientifiche….lavorate per un Italia piu’ pacifica dove veramente un giorno le guerre saranno solo un lontano ricordo…..
    Noi , L’italia che vuol cambiare veramente cari Ragazzi siamo e saremo con voi.” il VECCHIO MOSTRO”
    Non potra nulla contro tutto questo entusiasmo e questa determinazione … grazie e buon lavoro.

  4. Carlo Festuccia scrive:

    La vostra insipienza è almeno pari alla vostra inettitudine

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>