photo_2016-11-29_19-43-42

CONSIGLIO IN OSTAGGIO. SQUALLORE IN AULA.

by • novembre 29, 2016 • Consigli Comunali, Controinformazione, locali, NewsComments (0)844

CONSIGLIO IN OSTAGGIO. SQUALLORE IN AULA.

È stato imbarazzante essere in aula oggi. Sono volate insinuazioni di ogni tipo – a microfono acceso, ma soprattutto spento – su presunti accordi poi sconfessati, su inviti a cena, su telefonate, su spaccature. Riferimenti all’anticorruzione e a nomine (promesse?) nelle partecipate in Regione.

Allusioni, minacce, smentite. E la destra e la sinistra dell’aula sono diventate le quinte di un teatro che racconta sceneggiature scritte forse in tavoli lontani da qui, ma che qui vanno in scena cariche di rancori e di interessi.

E mentre la città scivola nel degrado, la criminalità sale alle stelle e Pescara precipita di ben 20 posizioni nelle classifiche sulla qualità della vita, il centrosinistra al governo, non solo non risolve i problemi, ma, ostaggio di se stesso, impedisce a tutti di farlo.

La maggioranza non è più in grado di garantire il normale e necessario funzionamento del consiglio comunale sotto scacco infatti di un incredibile autoboicottaggio perenne. Da quando è stata revocata la nomina all’assessore Teodoro, la lista omonima (privata della poltrona in Giunta e furiosa contro il Sindaco per non aver rispettato – non meglio identificati – accordi politici) sta bloccando infatti – nella pratica – l’attività dell’intero consiglio comunale.

Da ottobre, infatti, come già da noi denunciato (http://bit.ly/2g2AO8I) questa parte di maggioranza continua a presentare decine e decine di emendamenti inutili che impediscono la votazione degli atti presentati dalla stessa maggioranza.

Come un organismo che attacca se stesso, che si logora, che si distrugge, il PD implode per le dinamiche interne da esso stesso generate e muore lentamente incurante di chi, fuori, da due anni continua a chiedergli “quando le priorità non saranno gli accordi politici, ma i problemi della città?”.

Uno squallore senza fine. La peggiore politica che abita nel sottoscala della credibilità.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>