M5s su nomine scrutatori per il 4 Marzo

by • febbraio 10, 2018 • Comunicati, locali, NewsComments (0)242

M5s su nomine scrutatori per il 4 Marzo 

< Destra e sinistra rispettino la volontà del Consiglio comunale. 

Atto oltraggioso procedere nuovamente alle nomine “fiduciarie” degli scrutatori elettorali. >

 

Il movimento 5 stelle di Pescara grida allo scandalo per quella che sembra a tutti gli effetti una presa in giro della volontà espressa dal Consiglio comunale sul sorteggio degli scrutatori per le prossime elezioni del 4 Marzo. Sembra, infatti, che la commissione elettorale comunale, che si riunirà domani 9 febbraio, procederà alle nomine degli scrutatori con il vecchio deprecabile sistema della nomina politica diretta, come da tradizionali spartizioni di destra e sinistra.

<Lo scorso giugno> dichiara la consigliera M5s Enrica Sabatini < il Consiglio, dopo una durissima battaglia del M5s, aveva finalmente votato l’applicazione di un nuovo regolamento per la nomina degli scrutatori, con il quale procedere al sorteggio tra gli iscritti all’albo, con l’adozione di requisiti legati alla disoccupazione, alla condizione di studente, esodato, cassaintegrato, soggetto in mobilità ecc. per svincolare il sistema delle nomine da possibili  “parentopoli” o “lottizzazione di seggi” così come è accaduto nel nostro Comune da parte di PD, Forza Italia e liste civiche di appoggio di una e dell’altra parte.>

I tempi troppo ravvicinati tra la votazione consiliare e l’appuntamento elettorale anticipato per le politiche, fissato per il prossimo 4 marzo, avrebbe causato un’impossibilità per gli uffici a mettere in atto il nuovo regolamento consiliare e procedere alla stesura del bando pubblico per la richiesta di inserimento da parte dei cittadini nelle specifiche fasce di categorie svantaggiate, per le quali eseguire il sorteggio. E rifuggiandosi dietro questo tecnicismo, la politichetta di destra e sinistra sceglie di non procedere al sorteggio tout court, e continuare, per elezioni così importanti come quelle dei nuovi membri di Camera e Senato, a nominare persone di fiducia segnalate da consiglieri ed assessori.

< Ricorderete certamente> prosegue la consigliera m5s Erika Alessandrini  <il tristissimo caso della segnalazione come scrutatrice della figlia dell’ex vice sindaco Enzo Del Vecchio, e la nomina di mogli, fidanzate, cugini e parenti da parte di svariati consiglieri di maggioranza e minoranza, addirittura la segnalazione di elenchi dettagliati di nominati da parte di ciascun consigliere ed assessore, che non sono mai stati resi pubblici nonostante le ripetute interrogazioni in aula. Il Movimento 5 stelle è sempre stato contrario alle “quote” a disposizione di ciascun consigliere o assessore e non ha mai effettuato alcuna segnalazione o indicazione all’ufficio elettorale, anzi ha sempre preteso di escludere qualunque collegamento tra la politica e la scelta di uno specifico scrutatore per evitare, in qualunque modo, che vengano innescati “sentimenti di gratitudine” alla base di possibili istituzionalizzazioni di meccanismi clientelari e/o di voti di scambio.>

Il M5s pretende che la volontà del Consiglio comunale venga rispettata e che si proceda alla nomina degli scrutatori con il metodo del sorteggio, pur se, per questa volta, non si avrà la garanzia di nominare cittadini appartenenti alle categorie più svantaggiate. Le nomine dovranno essere completate entro il prossimo 12 febbraio e ci auguriamo di non trovare alcun “nome eccellente” nelle liste fornite dalla commissione elettorale, di cui fanno parte, come componenti politici, i consiglieri Riccardo Padovano (Partito socialista) e Francesco Pagnanelli (PD) per la maggioranza e Massimo Pastore (FdI) per la minoranza e l’assessore Simona di Carlo (PD) come Presidente.

<La politica deve sollevarsi da quell’atteggiamento strisciante di servilismo e clientelismo in cui per anni, si è mossa> concludono le consigliere < Quello che costituisce un diritto per tutti i cittadini che ne hanno fatto richiesta, deve prescindere dalle conoscenze e dalle raccomandazioni politiche. La politica deve riacquisire la propria dignità morale ed istituzionale e garantire che le nomine degli scrutatori, che non competono alla politica, siano effettuate secondo precisi criteri di trasparenza, imparzialità, indipendenza e rotazione.>

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>