FANGO E CEMENTO: IL PORTO E IL RISCHIO DI ESONDAZIONE

by • aprile 29, 2014 • Ambiente, Argomenti, Assemblee Pubbliche, Campagna Elettorale 2014, Comunicati, Dibattiti/Incontri, Iniziative, locali, News, Partecipazioni televisive, VideoComments (1)1628

IL MOVIMENTO CINQUE STELLE VUOLE FARE CHIAREZZA

SUI RISCHI PER LA CITTADINANZA

Un nuovo rischio di esondazione e la possibile chiusura del Porto Turistico, ecco quali sono i rischi concreti che corre la città di Pescara secondo il Movimento Cinque Stelle dopo aver esaminato l’intervento previsto per il Porto cittadino.

Una presa di coscienza che arriva con l’ascolto di alcune rappresentative istituzioni: GEOALP – SPOLTORE, CLC Leonardo Costagliola d’Abele, ING. LUIGI DI GIOVANNI, WWF ABRUZZO, ORDINE ING. PROV. PESCARA, CONFITARMA, ASSOCIAZIONE ARMATORI, ASSOCIAZIONE COMANDANTI, MASCIOLI GEOSTUDIES che hanno illustrato le principali criticità del nuovo Porto e tutti i disagi che questo intervento, così come pensato, porterà alla cittadinanza.

Secondo gli esperti, infatti, la Vas (Valutazione Ambientale Strategica ) non tiene conto delle segnalazioni riportate nella nota RA/95988 del Genio Civile, che rileva un serio rischio esondazione che potrebbe avere conseguenze gravissime per la città, non solo di tipo ambientale. Ma il documento del Genio Civile rileva anche un rischio interramento che porterà quasi sicuramente alla chiusura del Porto Turistico di Pescara.

L’intervento, del Movimento Cinque Stelle, non è solo di denuncia, ma è finalizzato ad invitare i cittadini a prendere consapevolezza di quello che sta accadendo.

A questo scopo sabato mattina alle ore 10,30 presso il 5 Stelle Lab in Via Carducci n. 10 è stato organizzato un incontro pubblico con le associazioni interessate per informare tutti i cittadini di questa situazione.


Saranno presenti l’associazione armatori, l’associazione comandanti e l’ordine degli ingegneri di Pescara, che hanno presentato le principali osservazioni sui rischi del progetto.

Ed interverrà Antonio Spina dell’associazione armatori, l’unico che a gran voce ha denunciato dall’inizio questa situazione.

Spina, dopo essere stato ignorato dai media e dalle Istituzioni, si è visto costretto a creare un blog www.portodipescara.blogspot.com dove, in pieno stile Cinque Stelle, ha inserito tutte le informazioni e gli studi dettagliati sul Porto.

Ha presentato, inoltre, in collaborazione con l’ing. Polacco, un progetto alternativo all’attuale Piano Regolatore Portuale, che non presenta le criticità già citate del PRP e richiede un investimento molto più contenuto (1/6 degli attuali 120 mln di euro).

PER PARTECIPARE

Pin It

Related Posts

One Response to FANGO E CEMENTO: IL PORTO E IL RISCHIO DI ESONDAZIONE

  1. […] lo avevamo detto quando non eravamo ancora in Comune con articoli su questo blog e convegni, glie lo abbiamo ripetuto in due differenti commissioni comunali, in colloqui privati ed oggi in […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>