sulla-via-di-micorosa-e-bussi1-e1403371596755

Horror tour all’italiana

by • luglio 5, 2014 • Ambiente, locali, News, Riflessioni a 5 StelleComments (0)1742

Ieri ho passato la mia giornata in giro per la nostra provincia a vedere dal vivo gli scempi ambientali ed ascoltare “news” che non promettono niente di nuovo.

Abbiamo iniziato la giornata con la conferenza stampa del Forum Abruzzese dei Movimenti per l’Acqua che chiede di fare chiarezza sulle sulle voci che girano relativamente alle modalità‘ di bonifica dell’area di Bussi, che “prevederebbero la realizzazione di una mega discarica, questa volta “legale”, dove gettare i materiali delle discariche cosiddette 2A e 2B”.

Insomma vorrebbero costruire una discarica legale di rifiuti tossici in una zona sismica dove passa la gran parte dell’acqua che alimenta oltre mezzo milione di cittadini abruzzesi. Sembra che la storia dei pozzi Sant’Angelo non abbia proprio insegnato nulla.

A proposito, vi ricordo che il 15 luglio inizia il processo a Pescara proprio su questo avvenimento. Io sarò al presidio e invito tutti a essere presenti, dobbiamo far sentire la nostra pressione.

Finita la conferenza stampa abbiamo accompagnato i ragazzi dei comitati “No al carbone” di Brindisi,

della “Rete per la tutela della Valle del Sacco”,

in giro per la provincia di Pescara a fargli “ammirare” le nostre aree inquinate.

sotto i pilastri dell'autostrada la discarica Tremonti

sotto i pilastri dell’autostrada si trova la “famigerata” discarica Tremonti

la ciminiera dello stabilimento di produzione dell'iprite (gas mostarda)

la ciminiera dello storico stabilimento di produzione dell’iprite (il terribile gas mostarda)

il polo industriale e il Tirino il cui alveo risulta talmente inquinato da mercurio da non essere più essere "recuperato"

il fiume Tirino e sullo sfondo il polo industriale. In questo tratto l’alveo del fiume risulta talmente inquinato da mercurio da non essere più essere considerato “recuperabile”

sotto il prato le discariche 2A e 2B

sotto il prato si trovano le discariche 2A e 2B. Siamo su una vera e propria montagnola alta una decina di metri. Proprio qui vicino vorrebbero realizzare la discarica “legale”


Dopo questo scempio siamo riusciti anche a fargli vedere com’è il Tirino solo qualche chilometro a monte, prima di essere inquinato dagli stabilimenti industriali. La nostra terra è meravigliosa e distruggerla come facciamo è un vero attentato all’intelligenza.

Un panino in questo paradiso e via a Piano D’Orta dove, dopo aver visto i depositi di metalli pesanti presenti senza nessuna protezione a pochi metri dalle case dei cittadini, sul fianco di una strada aperta al traffico, si è svolto il convegno dove si sono aggiunti i comitati di Falconara e i padroni di casa del “Comitato Pianodortese Fara Ambrilae” tra gli organizzatori della giornata.

Le storie raccontate sono pesantissime e meriterebbero maggiore attenzione da parte di tutti  

verso le sorgenti del Tirino

verso le sorgenti del Tirino

la striscia scura sono piriti di metalli pesanti, sostanze estremamente pericolose

la striscia scura sono piriti di metalli pesanti, sostanze estremamente pericolose

Una giornata intensa dalla quale esce l’immagine di terre lontane ma che hanno gli stessi problemi e che vogliono far rete per far fronte comune contro le logiche che muovono le grandi multinazionali e i politici loro amici.
A me è restata in testa una domanda:

ma è davvero questo il futuro che vogliamo lasciare ai nostri figli?

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>