I brividi lungo la schiena

by • gennaio 26, 2014 • Assemblee Pubbliche, Dibattiti/Incontri, Iniziative, locali, News, Parlamentari 5 stelleComments (0)3303


sala
Entri nella sala semivuota, guardi le tante sedie e ti chiedi se riusciremo a riempirle. Poi ti metti sedere chiacchierando con la gente. Arrivano i ragazzi e ti accorgi che la sala è piena fino all’inverosimile, che c’è addirittura la fila fuori, ti dicono che alla reception dell’hotel hanno dovuto mettere un cartello per non far entrare più le persone. Cominciano a girare i numeri, almeno 5-600 in sala, forse 1.000 compresi quelli fuori.

Ti scorre lungo la schiena il primo brivido e ti chiedi “chissà cosa diranno giornali e televisioni”


di battistaSi parte. I ragazzi parlano, raccontano la loro esperienza nel palazzo del potere, le difficoltà, la lotta quotidiana contro chi cerca in tutti i modi di fare gli interessi delle lobbies che foraggiano i partiti. Ma c’è qualcos’altro che ti colpisce. Non vedi la distanza tra i parlamentari e le persone, ragazzi disponibili, semplici, diretti, appassionati, disponibili anche a prendersi le critiche.

Pensi alle scorte della casta, ai salotti televisivi con le domande dei giornalisti compiacenti. Guardi Alessandro Di Battista seduto per terra tra la gente ed ecco che arriva il secondo brivido.

Ma il terzo brivido arriva solo oggi, a mente fredda. Ripensi alla campagna elettorale delle politiche e ti rendi conto che l’aria che hai respirato ieri la respiravi solo negli ultimi 15 giorni dopo mesi di campagna elettorale e i comizi di Beppe mentre adesso mancano ancora 4 mesi e una campagna elettorale tutta da fare.

Ti rendi conto che a quei tempi per vedere tanta gente doveva venire Beppe, ora le sale sono piene per un manipolo di ragazzi come noi, eroi moderni della rivoluzione che stiamo portando avanti tutti insieme.

Respiri il senso di una nuova comunità che si sta formando e capisci cosa significano quei brividi lungo la schiena

Vinciamo noi!!!

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>