faraone

Il Faraone e la sua biga gratuita

by • febbraio 26, 2014 • locali, News, Riflessioni a 5 StelleComments (0)1319

Qualche giorno fa (23/2/2014) il quotidiano Il Tempo titolava “Primarie da nababbi in tempo di crisi” riferendosi a quelle del centrosinistra per il candidato Governatore della Regione Abruzzo.

Sappiamo che D’Alfonso girerà tutto l’Abruzzo, quello che invece non è dato sapere è chi gli ha gentilmente fornito il tir a tre assi. Altra curiosità è l’autista del tir che, a detta del quotidiano, accompagnerà Il “Faraone” in modo totalmente gratuito. Preso atto che storicamente il Faraone ha sempre qualche estimatore che gli paga qualcosa compresi viaggi, case e ristrutturazioni facendo un conto dei chilometri da percorre (circa 15000) e del consumo al chilometro del tir (8 km/litro) si arriva a spendere una cifra intorno ai 3000€.

Se il budget di spesa rimane quello concordato, e cioè 10000€, al futuro candidato governatore rimarranno 7000€ per la sola campagna elettorale delle primarie. Si capisce quindi perché insistentemente si chiede di aumentare il budget a 22000€. Quello che ci chiediamo e vi chiediamo è se sia giusto chiedere di nuovo 2€ a chi andrà a votare quando nemmeno pochi mesi fa lo si è già fatto per le primarie del candidato segretario dello stesso PD!

E’ giusto chiedere soldi ai cittadini per consentirgli di partecipare ad un processo democratico?

Il M5S fra pochi giorni sceglierà il candidato governatore con il metodo utilizzato finora per candidare i propri deputati e senatori nonché il candidato Presidente della Repubblica: lo farà tramite una consultazione online. Costo dell’operazione? ZERO EURO!

E siamo solo all’anteprima della campagna elettorale…

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>