…IL SILENZIO ASSORDANTE…

by • novembre 16, 2013 • nazionali, News, Riflessioni a 5 Stelle, Video, Video Parlamentari M5SComments (0)4731

…è partito dal seggio 485 della Camera dei Deputati, e più precisamente dal “Cittadino a 5 Stelle” Francesco D’Uva la volontà di non lasciare mai solo il pool di Palermo e il suo capo Antonino Di Matteo.

Come racconta Francesco nell’intervento di ieri, c’è bisogno di prendere sottobraccio come fece il Generale Dalla Chiesa con un Capitano dei carabinieri minacciato in un paese vicino Palermo,e poi passeggiare sul corso principale,per far capire ai mafiosi ma soprattutto al “secondo livello” e cioè quello politico-mafioso,che i magistrati,che con enorme difficoltà cercano di scoperchiare il “vaso di pandora” che sconvolgerebbe le fondamenta delle nostre istituzioni, “SONO PARTE DELLO STATO”…che lo Stato li difenderà nella loro battaglia verso la verità…

Nessun Deputato o Senatore si è semplicemente azzardato a pensarlo solo un intervento per dimostrare vicinanza, almeno a parole,a Di Matteo e gli altri giudici del processo trattativa “Stato-mafia”.

Ogni partito se ne è accuratamente e coscienziosamente allontanato, mostrando le proprie “spalluccie”, e girandosi dall’altra parte continuando a pensare al proprio mensile…”tengo famiglia”…qualcuno a voce bassa continua a dire:”tanto non arriveranno a nulla,tutto finirà in una bolla di sapone”…

Il problema è uno ed unico,in questo processo i partiti ci sono tutti…la politica tutta,c’è dentro fino al collo (Mannino/UDC-Dell’Utri/PDL-Mancino/PD)…di conseguenza meglio astenersi da ogni commento,da ogni minima considerazione…

Non si sa mai…dovesse avanzare qualche chilo di tritolo!?!?!?

Massimiliano DiPillo

Movimento 5 stelle Pescara

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>