La linea 5 stelle cambia il Comune.

by • maggio 6, 2016 • Ambiente, Argomenti, Commercio e politiche lavoro, Comunicati, Comunicati, Economia e finanze, Legalità, locali, NewsComments (0)626

Dal Bilancio partecipativo agli eco compattatori. 

La linea 5 stelle cambia il Comune.

 

Bilancio partecipativo, istituzione di una commissione “Anticorruzione e trasparenza,” misure e controlli stringenti su debiti fuori bilancio, la revisione del regolamento Cosap con l’esenzione dal pagamento di occupazione di suolo pubblico per rampe e pedane destinate al superamento delle barriere architettoniche e -  poi ancora – discussione in aula entro fine anno di tre proposte di deliberazione:  “baratto amministrativo”, installazione ecocompattatori e istituzione del “question-time cittadino”.

E’ un pacchetto corposo di risultati quello che il m5s porta a casa, dopo la partita con il PD sul Bilancio 2016 -2018.

<Piuttosto che spostare fondi da un capitolo di spesa ad un altro di un bilancio, già fiaccato dal peso del predissesto e che riesce a malapena a garantire i servizi fondamentali, abbiamo puntato invece a rivoluzionare il metodo di lavoro> spiega la capogruppo m5s Enrica Sabatini <spingendo l’acceleratore su concretezza, trasparenza, partecipazione e prevenzione della corruzione. L’inefficienza dell’amministrazione PD in questi 2 anni di governo è stata tale da rendere necessario un colpo di mano.>

E questo colpo di mano è arrivato attraverso un cronoprogramma dettagliato con scadenze, azioni, obiettivi e linee guida che il M5s ha presentato al PD ottenendo il voto favorevole dell’assise civica.

 <E’ un risultato straordinario nella forma e nel contenuto e di cui siamo orgogliosi> dichiarano i consiglieri M5S di Pescara  <siamo stati infatti eletti per portare avanti il nostro programma ed oggi, pur essendo all’opposizione, grazie alla nostra battaglia in consiglio Comunale, abbiamo ottenuto che l’amministrazione PD segua anche la linea 5 stelle con tempi e modalità scanditi e ben definiti>.

Tra le prime azioni dettate dallo stringente calendario del Movimento 5 stelle e che la Giunta Alessandrini dovrà garantire entro la fine di maggio, vi sono un consiglio straordinario sull’anticorruzione e trasparenza, un’analisi approfondita sulle modalità di istituzione dei debiti fuori bilancio oltre che il recepimento e l’avvio del processo del “bilancio partecipativo” rimasto fermo ad una delibera del 2005 e che non è mai stata resa operativa negli ultimi 11 anni di Governo cittadino.

Sulla base della programmazione scandita dal M5s, l’amministrazione PD dovrà inoltre portare in votazione entro settembre le delibere presentate dal m5s su “question-time cittadino”, installazione di eco compattatori ed istituzione di una commissione “Anticorruzione e trasparenza”, mentre il “Baratto amministrativo” ed il “Bilancio partecipativo” proposti dai pentastellati saranno argomento di deliberazione entro la fine del 2016 in prossimità della successiva programmazione economico-finanziaria.

<L’impegno è stato preso e le condizioni per svolgerlo sono garantite> concludono i consiglieri m5s < l’aver inserito questi obiettivi nel documento unico di programmazione dell’ente e l’approvazione della nostra mozione al bilancio, mette nero su bianco una pianificazione che oltre a essere necessaria a livello normativo, punterà un faro sulla credibilità politica e sulla capacità amministrativa del Partito Democratico>.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>