erikaalessandrini

MOLTO RUMORE PER NULLA

by • agosto 9, 2018 • Argomenti, Controinformazione, locali, nazionali, NewsComments (0)243

MOLTO RUMORE PER NULLA.

Il PD pescarese sta dando fuoco alle polveri rispetto alle azioni svolte dal Senato sulla rimodulazione del Fondo per il BANDO PERIFERIE.

Ma il Sindaco Alessandrini (PD) piuttosto che indire conferenze stampa e far scorrere fiumi d’inchiostro sui giornali, avrebbe potuto telefonare al senatore D’Alfonso (PD) e farsi spiegare quello che non ha capito: l’emendamento che ha modificato lo stanziamento ha avuto il VOTO FAVOREVOLE UNANIME di tutta l’aula, PD (e Renzi) compreso. Quindi perché attacca il M5s ed il Governo e non i suoi?

FACCIAMO CHIAREZZA CHE E’ MEGLIO!
Se poi qualcuno del PD avrà bisogno, faremo anche un disegnino!

Il nuovo Governo ha dovuto dar seguito alla sentenza n.74/2018 della Corte Costituzionale, che è intervenuta con una pronuncia di ILLEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE sulla norma emanata dal governo Renzi sul bando periferie, perché con tale strumento si era tolto ai sindaci il diritto di scegliere come usare le risorse. Il Senato ha approvato l’emendamento 13.2 al decreto milleproroghe, con cui sono stati finanziati i primi 24 progetti che hanno ricevuto un punteggio superiore a 70/100. Per i restanti, quello di Pescara compreso, vista la necessità di rispettare la sentenza della Consulta, è stato necessario intervenire per rianalizzare i progetti. Le risorse stanziate per le convenzioni degli anni 2018 e 2019 saranno riviste a beneficio non solo dei progetti dei Comuni capoluogo che hanno partecipato, ma andranno a tutti gli 8.000 Comuni d’Italia.

Quindi il Pd che ci attacca avrebbe voluto fondi elargiti da una norma sulla quale è intervenuta una pronuncia di illegittimità costituzionale: le sentenze della Consulta per i renzini e il Partito Democratico non valgono più ora che sono all’opposizione?

P.S. Come scritto a caratteri cubitali sui giornali il PD pescarese oggi si indigna (ovviamente in modo strumentale) dopo che in questa consiliatura non ha battuto ciglio mentre il loro primo rappresentante politico, il Sindaco Marco Alessandrini, retrodatava le ordinanze e nominava in giunta qualche figliola di papà, ma soprattutto mentre, per 4 lunghi anni, il governo nazionale PD tagliava miliardi di euro ai fondi degli Enti Locali, mettendo i Comuni d’Italia in ginocchio, per regalare 80 euro prima delle elezioni e riprenderseli subito dopo.

P.P.S. Leggiamo anche di consiglieri comunali di Fratelli d’Italia che si mostrano vicini al PD in questa “loro battaglia”, ma pare che anche loro ignorino che con M5s, Lega e PD, Forza Italia e LEU, anche i loro senatori hanno votato a favore dell’emendamento 13.2 (possono leggersi l’esito del voto qui (https://goo.gl/d31qfG). Complimenti alla coerenza politica di questi 3 consiglieri, che prima entrano in Consiglio Comunale con il partito di Alfano (che faceva il Ministro con il PD portando nel baratro il nostro Paese), poi fiutando la fine di quell’esperienza politica cambiano casacca svariate volte per approdare al partito della Meloni, perché in fondo con “una botta al cerchio ed una alla botte”, la speranza di essere rieletti è sempre l’ultima a morire. Vero?

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>