beppe grillo-circo-massimo-folla

RICORDI AL CIRCO MASSIMO…

by • ottobre 15, 2014 • Controinformazione, Manifestazioni, nazionali, News, Parlamentari 5 stelle, Parlamento, Riflessioni a 5 StelleComments (1)5029

RICORDI AL CIRCO MASSIMO ‪#‎Italia5stelle‬

“È sabato. Dopo aver ringraziato Alfonso per la splendida colazione, siamo pronti ad uscire”.


Roma è meravigliosa come il suo clima, rimango incantato dalle bellezze della città eterna mentre ci avviciniamo al Circo Massimo.
C’è molta gente che va nella nostra stessa direzione, una volta arrivati però il colpo d’occhio mi stupisce e non poco.
Ci confondiamo tra la gente girando i numerosi stand.
Incontriamo molti dei ragazzi che lavorano in Camera e Senato.
Saluto Fraccaro con una pacca sulla spalla ringraziandolo del lavoro che sta facendo, e lui sorride.
Ho visto Di Battista, lo raggiungo e ci parlo, ma una folla me lo porta via, pazienza.
In quello stesso istante vedo passare Di Maio, che nonostante accerchiato da una piccola folla, raccoglie una bottiglietta di plastica e la consegna ad una ragazza che le sta raccogliendo.
Non ci sono proprio distanze e barriere, tutto avviene allo stesso livello penso mentre parlo con Barbara Lezzi del suo ultimo intervento.
La politica è qui tra la gente, non più in qualche luogo ben specificato, lassù. Mi guardo intorno e vedo comunicazione, entusiamo e semplicità.
Tutto è fruibile da tutti.
Tutto è comprensibile a tutti.
Continuo a girare tra gli stand: c’è una dimostrazione delle stampanti 3D, su un palchetto alternativo si susseguono i vari portavoce divisi per commissione, ci sono erogatori di acqua gratuita. Sembra un altro mondo.
Tra le migliaia di voci, ne prende il sopravvento una, che piano piano dall’alto sovrasta tutte le altre. La riconosco è quella di Beppe.
Quel pazzo scatenato è salito su una gru e sta facendo un comizio ed ha lasciato senza fiato tutto il Circo Massimo, è proprio il top.
Dopo aver girato ancora e aver parlato con decine di portavoce, ritrovo gli altri su una collinetta vista palco, mi siedo con loro.

Il sole sta tramontando e Roma si incendia dei colori più belli. Adesso il Circo Massimo è stracolmo. Il colpo d’occhio è da pelle d’oca. Quello che ascolto pure.


Paola Taverna è sempre la leonessa che conosciamo, Gianroberto ci proietta nel 2048 con slide che capiremo solo tra molti anni, ma noi gli vogliamo bene lo stesso perchè ha creato tutto questo.
Beppe è sempre il solito guerriero, ma questa volta è più saggio, e nel suo intervento più bello di sempre, ci chiede di prendere per mano questo Paese.
Ho i brividi, mi guardo affianco e dico a chi mi ha portato fin là, se posso rimanerci per sempre. Mi rispondono con un sorriso.
Altri si preoccupano di ciò che scriveranno il giorno seguente i giornali, ma io non ci penso.
Voglio gustarmi ancora quegli attimi, che terrò per tutta la mia vita.

Tra vent’anni quando avremo salvato questo Paese, potrò dire che c’ero. E tu puoi dire lo stesso?”

 

                                                                                                                                                                                               

Pin It

Related Posts

One Response to RICORDI AL CIRCO MASSIMO…

  1. marilena de ciantis scrive:

    Manuel, hai saputo interpretare in maniera magistrale i sentimenti che, a mio parere, hanno caratterizzato lo stato d’animo di tutti noi , presenti in quei tre giorni non solo fisicamente, ma emotivamente! Sono certa che la passione e la reale dedizione che pervade il tuo animo siano un esempio, e d’esempio, per tutti i giovani volenterosi, dotati, nel profondo, di quel senso civico che, presupposto necessario della nostra azione, permettera’al piu’ presto il ridestarsi delle coscienze piu’ ritrose, “addormentate” nella assuefazione al malaffare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>