Prima o poi farai i conti con me

Sembra sempre impossibile, fino a quando qualcuno lo fa

by • gennaio 6, 2014 • Iniziative, locali, News, Riflessioni a 5 StelleComments (9)9225

L’ obiezione che ci viene rivolta più spesso (N.d.A a noi attivisti M5S di Pescara) quando parliamo con i nostri concittadini delle future elezioni amministrative, è la seguente:

non dovevate rinunciare ai finanziamenti, senza soldi la politica non si fa, soprattutto in ambito locale.

Un’ affermazione secca, implacabile che lascia perplessi ed increduli se si pensa che il contestare questa decisione equivale a dire in sostanza “scusate perché non avete usato liberamente e senza piena giustificazione i miei soldi?”.

Nel riflettere su quanto sia ormai radicata la correlazione “politica=soldi” e su quanto l’idea di partecipazione e democrazia diretta debba ancora scrollarsi di dosso il peso culturale – fortemente italiano – della “compravendita” del voto locale e della dinamica del voto di delega, abbiamo deciso, all’alba del 2014, ‘l’annus Mirabilis’ del cambiamento, di dare un segnale forte, dirompente sul nostro territorio anche a tutti coloro che non ci seguono su Facebook o sul nostro blog o su Twitter, ma che rappresentano la parte ‘interna’ della rete, che si trovano in mezzo, ai lati, ma soprattutto ‘fuori’ dal web.

Per far questo abbiamo deciso di fare un piccolo “esperimento” – ci perdonerete l’ardire – in grado di far comprendere a tutti quelli che non conoscono da vicino il movimento 5 stelle che cosa sia in realtà e, soprattutto, per rendere concretamente visibile a tutti, in un solo istante, quanto il movimento 5 stelle abbia in sé la forza di produrre coinvolgimento, motivazione, appartenenza e passione. Una passione, concepita, intendiamoci, non nel senso filosofico ed etimologico del termine, quanto piuttosto nella sua visione “psicologica” ossia

come principio di attivazione di un’emotività che investe con forza l’intera personalità dell’individuo al quale conferisce una specifica identità.

Ecco: personalità, identità e passione.

Le tre parole dalle quali siamo partiti e che sono confluite in maniera così naturale nell’idea che ha animato la nostra comunicazione: la coscienza o piuttosto quella intimità che la coscienza rappresenta, al momento in cui si sceglie – o ci si illude che non ci sia la necessità – di una scelta.

Da tutto questo è nato il nostro manifesto, il nostro UNICO manifesto. In una città la nostra – Pescara – già invasa da facce incartapecorite (Ndr: non siamo noi a dirlo, prendiamo in prestito un commento al post!) di nuovi leader a capo di vecchi partiti, con nuovi (più o meno) slogan costruiti su idee vuote e senza credibilità, abbiamo deciso di affiggere questo manifesto: un semplice 600×300 pagato 270 euro grazie all’autofinanziamento degli attivisti e dei simpatizzanti e il cui concept grafico è stato realizzato – gratuitamente e volontariamente – dal nostro gruppo comunicazione.

Ed è successo qualcosa di incredibile che neanche noi potevamo minimamente immaginare. Sembra impossibile, fino a quando qualcuno lo fadisse Nelson Mandela.

E’ successo un qualcosa che nessuna agenzia di comunicazione (e molti di noi lavorano a titolo diverso in questo campo) avrebbe mai potuto realizzare nell’ambito della politica:

la nascita di un profondo e dirompente senso di solidarietà, di supporto ed di entusiasmo privo di qualunque interesse economico e di pretesa di “ricompensa”

Poche ore dopo l’affissione del manifesto, tutti noi attivisti abbiamo sentito il desiderio di ritrovarci lì – sotto il nostro unico manifesto – per valorizzare quell’idea così potente e forte, così aderente ai nostri valori e ai nostri pensieri che nessun altra persona o gruppo di persone pagate profumatamente per pensare al nostro posto (ci perdonino le agenzie di comunicazione) avrebbe mai potuto partorire.

attivisti

L’immagine pubblicata in un secondo momento sulla nostra pagina Facebook ha scatenato un effetto straordinario, un fenomeno virale ed incontrollabile:

in MENO di 36 ore (sottolineamo 36 ore) il post è stato visto da 21.570 persone (per comprendere il fenomeno è doveroso sottolineare che Pescara ha circa 123.000 abitanti, non elettori!), più di 450 condivisioni, più di 1500 “mi piace” ed in poche ore 149 nuove persone sono diventate followers della nostra pagina.

Molti di voi ora diranno: “ok, voi siete sulla Rete, voi siete LA Rete, ma la realtà è un’altra cosa, l’azione nella realtà è un’altra cosa”.

La potenza di questa comunicazione ha avuto conseguenze incredibili anche fuori dal Web, “nella realtà”, sul territorio che molti ci accusano di non considerare: altri gruppi del M5S (Sora, Spoltore ed altri) ci hanno contattato per poter affiggere lo stesso manifesto nella loro città, diversi pescaresi ci hanno dato la disponibilità ad organizzare collette per poter esporre altri manifesti nella città e meravigliosi ed entusiasti simpatizzanti sono andati fisicamente sotto il manifesto per farsi una foto ed inviarcela come piccolo segno di supporto alla nostra iniziativa.

Ora, nel pensare a quello che sta accadendo attorno a noi (ed è solo l’inizio), al sostegno incondizionato e spontaneo, al desiderio di partecipare e di esserci delle persone che ogni giorno si uniscono a noi, una domanda ci viene spontanea:

quale partito – che ha accesso ai finanziamenti pubblici – potrebbe vantare questo REALE e GRATUITO senso di adesione e di partecipazione?

E soprattutto

quale partito OGGI potrebbe guardare negli occhi il bambino sul nostro manifesto e sentirsi libero da responsabilità e colpe?

Il nostro obiettivo è chiaro: per noi la cosa più importante e’ il futuro.

Per credere che un’alternativa valida sia possibile, bisogna ripartire da una visione della politica, come diceva Aristotele, come determinazione di un spazio pubblico al quale tutti i cittadini possano partecipare e creando insieme le basi per il nostro futuro.

E per noi il “futuro del nostro presente” è chiaro, cristallino: è lui ed è fatto in carne ed ossa.

 

Prima o poi farai i conti con me

 

Enrica Sabatini e Massimo Melizzi

M5S Pescara

Pin It

Related Posts

9 Responses to Sembra sempre impossibile, fino a quando qualcuno lo fa

  1. ivano scrive:

    grandiiiii

  2. monica scrive:

    Siete fantastici, avete colpito al cuore!
    Orgogliosa di far parte di questa comunita’ bellissima.
    Tanti, tanti, tanti grazie a chi ogni giorno mette impegno, tempo, risorse per il MoVimento.
    Bravissimi!

  3. Quando la passione e l’amore crea cose inimmaginabili . Bravissimi.

  4. Ivo Granata scrive:

    semplicemente FANTASTICIIIIIIIIIIIIII

  5. Marta scrive:

    Credere nel futuro aiuta a vivere meglio il presente! Parole fantastiche che mi fanno tornare a credere che cambiare è possibile basta farlo con le persone giuste!

  6. Alessio Giovannini scrive:

    E chi l’avrebbe mai detto che un giorno avrei ammirato un manifesto elettorale! complimenti é bellissimo! esigo nome e cognome dell’ideatore per complimentarmi personalmente.

    • movimento 5 stelle Pescara scrive:

      Grazie Alessio. Il manifesto è stato ideato dal gruppo comunicazione del M5S di Pescara. Tutti i nominativi compreso quello del referente in carica (Cristian Saraullo) che ha guidato il progetto di comunicazione e curato personalmente il concept grafico, li trovi nella pagina “gruppi di lavoro” di questo sito. Grazie ancora!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>