Spoltore a 5 Stelle: finalmente si può tornare a votare

by • marzo 26, 2012 • locali, NewsComments (0)778

Buongiorno a tutti e buon 26 marzo 2012. Mancano 41 giorni al 6 maggio, giorno in cui potremo tutti tornare a votare anche alle elezioni comunali di Spoltore. Tornare a votare è la parola chiave delle prossime consultazioni elettorali. Tornare alle urne con convinzione per riprenderci la democrazia.

Chi mi conosce sa che mi è particolarmente caro l’art. 1 della nostra Costituzione che stabilisce che “la sovranità appartiene al popolo”. Nell’ambito di questa sovranità il popolo delega propri rappresentanti che non sono “sovrani” ma, appunto, delegati (e stipendiati!) per gestire la cosa pubblica “con disciplina e onore” (art. 54 della Costituzione). I nostri delegati, stipendiati fin troppo generosamente da noi popolo sovrano, dimenticano spesso questa semplice verità e si pongono al di sopra di noi – senza peraltro nemmeno un briciolo di disciplina e di onore – in virtù di una delega ricevuta in sede elettorale e che pretendono essere in bianco.

Ma così non è, non può e non deve essere. Smettiamo di andare dai politici con il cappello in mano, smettiamo di metterci al collo il guinzaglio per un posto di lavoro, un favore, un piccolo vantaggio personale che tanto non arriverà, o se arriverà sarà ingiusto e ottenuto a costi tali che probabilmente non ne valeva la pena. Abituiamoci a pretendere ciò che è nostro. Abituiamoci a pretendere che l’azione amministrativa sia giusta, rapida, efficace e che avvantaggi la collettività nel suo complesso. Abituiamoci a chiedere conto ai politici del loro operato.

A Spoltore, ad esempio, dovremmo andare a chiedere agli amministratori uscenti di maggioranza e di opposizione (è la stessa cosa, sono le due figure di un unico vorticoso balletto di interessi privati ottenuti con soldi pubblici!) perché il tessuto del territorio comunale è, dal punto di vista urbanistico, così sgangherato, andiamo a chiedere perché sono nate zone industriali e zone urbanizzate in mezzo alle campagne, in luoghi improbabili, senza nessuna logica o criterio.

Andiamo a chiedere loro perché si è costruito in queste zone e non in altre, chiediamoci di chi erano i terreni su cui sono nati questi agglomerati, chi li ha comperati, a che prezzo, di quanto si sono rivalutati con un semplice provvedimento amministrativo, verifichiamo la regolarità degli stessi provvedimenti, denunciamo tutte le attività sospette, pretendiamo di vederci chiaro. Solo così potremo sperare di educare i nostri amministratori a fare bene i nostri dipendenti ed evitare che possano ritenersi i padroni della cosa pubblica.

Questo è il modo di governare che noi riteniamo giusto e rispettoso dei cittadini contribuenti. Ed infatti nel nostro programma non troverete misure volte all’edificazione e alla cementificazione del territorio: al contrario, noi prevediamo la sospensione provvisoria delle concessioni edilizie e la revisione del piano regolatore comunale in modo da consentire la razionalizzazione e l’ottimizzazione dell’uso del territorio evitando per il futuro speculazioni edilizie e cementificazioni selvagge, unitamente ad un censimento del patrimonio edilizio esistente oltre naturalmente alla creazione di nuove aree a verde pubblico a servizio della cittadinanza.

Tutti provvedimenti di buon senso e praticamente a costo zero che contribuiranno a rendere più vivibile il nostro territorio comunale e che andranno studiati anche nell’ottica di alleggerire il traffico veicolare e il conseguente inquinamento atmosferico che, anche a causa di una sconsiderata programmazione territoriale, è giunto ai livelli record che i quotidiani riportano in questi giorni. Provvedimenti semplici e logici, sembra strano che nessuno ci abbia pensato finora… Forse perché non arricchiscono nessuno se non i cittadini?

Grazie ancora a tutti voi per l’attenzione che mostrate nei confronti della nostra iniziativa politica. Ci impegneremo al massimo per essere all’altezza delle vostre (e delle nostre) aspettative!

Il Movimento 5 Stelle di Spoltore.
(a cura di Carlo Spatola Mayo)

N.B. La campagna elettorale del Movimento 5 Stelle è a costo zero perché il Movimento non accetta i finanziamenti elettorali. Pertanto vi preghiamo, se condividete queste note, di farle girare a mezzo e-mail ai vostri contatti, linkando l’indirizzo di questa pagina sui social network o in ogni altro modo riterrete idoneo. Grazie della collaborazione.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>