by • gennaio 16, 2017 • Comunicati, locali, News, UncategorizedComments (0)429

<<STIA ZITTA E PARLI SOLO SE INTERROGATA>>

Questo è il senso delle parole che il Sindaco mi ha rivolto (urlando) questa mattina in aula, in risposta ad una nostra richiesta di portare un atto al voto.

Se loro retrodatano le ordinanze, la colpa è degli altri che lo sottolineano.
Se loro fanno l’ordinanza per la neve in ritardo, chi si lamenta viene definito “miserabile” o “stronzo”.
Se fai una critica politica, ti intimidiscono con risarcimenti da centinaia di migliaia di euro.

Insulti, offese ed intimidazioni. Verbali e comportamentali.

Siamo stufi della retorica vittimista di chi, per travestirsi da martire, simula aggressioni inesistenti o nemici immaginari a cui addossare colpe solo per scaricarsi delle proprie responsabilità.
Siamo stufi di chi delegittima l’altro dipingendolo come carnefice, anziché entrare nel merito e smentire le affermazioni con contenuti validi.
Siamo stufi, e non tollereremo più le distorsioni della realtà, la ricerca di colpevoli e le aggressioni gratuite da parte di chi non ha la forza di fare un’autocritica onesta.

Il consenso non autorizza a sentirsi al di sopra delle regole e del rispetto. Mai.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>