arriviamo

Stiamo arrivando

by • maggio 28, 2014 • locali, News, Riflessioni a 5 StelleComments (6)2425

La delusione è stata davvero forte, c’è voluto un giorno per riprendersi e uno per analizzare i dati ma ora le idee sono più chiare e vi dico che

Il Movimento 5 Stelle c’è ed è più vivo che mai

Detto questo voglio condividere con voi le mie riflessioni. Il dato che davvero non riesco a mandare giù è il 46% a Big luciano. Un Abruzzese su due (tra quelli che hanno votato) ha dato fiducia ad un personaggio che rischia di finire in galera da un minuto all’altro ma evidentemente nemmeno il rischio di tornare subito alle urne ha scoraggiato i fans del faraone incantatore di serpenti.

In questa campagna elettorale vedevo tantissime persone che ci incoraggiavano e  mi dicevo “bene, hanno capito, d’altronde che deve succedere più di questo per aprire gli occhi alla gente”? Ebbene si, ho pensato che finalmente la gente avesse capito e, lo ammetto, mi sbagliavo.

La cosa brutta è che ci sono anche nostri potenziali elettori tra chi si è “piegato” al voto di scambio. Se si confrontano i dati si vede che 1 elettore su 4 tra quelli che ci hanno votati alle europee poi alle regionali ha votato d’alfonso.

Alle circa 50.000 persone che hanno votato Movimento 5 Stelle alle Europee e Big luciano alle regionali dico avete sbagliato, la prossima volta o votate noi o votate d’alfonso, fare entrambe le cose non ha senso. Non ci si lava la coscienza dando il voto al Movimento 5 Stelle alle Europee. Se si decide di sottostare al voto di scambio non si è ancora capito cosa diciamo, cosa stiamo faticosamente cercando di fare, cosa vogliamo per il futuro della nostra terra e dei nostri figli. Il Movimento 5 Stelle è prima di tutto coerenza e, se serve, anche sacrificio quindi non si accettano favori. Quindi riflettete bene e la prossima volta fate la cosa giusta.

Alle 146.078 persone che invece ci hanno dato fiducia sia alle Europee che alle regionali dico avvicinatevi, attivatevi, costruiamo insieme le basi per la prossima vittoria. Siete la dimostrazione che possiamo davvero cambiare il nostro futuro e che lo vogliamo più onesto e più giusto. Dobbiamo avere gruppi attivi in ogni singolo paese, gruppi formati da decine di persone che informano costantemente il resto dei cittadini su tutto quello che succede e che l’informazione serva del potere non dice. Dobbiamo allargare la nostra comunità, si allargare perché una comunità esiste già e sono fiero di farne parte.

L’ultimo pensiero va ai guerrieri che hanno combattuto questa battaglia: ai parlamentari, agli attivisti, ai simpatizzanti, ai semplici cittadini che hanno dato l’anima per convincere amici parenti e conoscenti della bontà delle nostre idee, della necessità di farne una ragione di vita. A voi guerrieri non devo dire niente, basterà guardarci negli occhi la prossima volta per capire quanto vi voglio bene. A voi lascio una citazione che secondo me esprime quello che è successo

Ciò che non mi distrugge mi rende più forte.
Friedrich Nietzsche

Questa campagna elettorale è servita a conoscere nuovi amici a 5 stelle, a ritrovare persone che sono tornate a combattere al nostro fianco dopo un periodo di “riposo”, a capire chi davvero crede in questo progetto.  Oggi siamo più forti, più determinati e siamo dentro le istituzioni e da lì possiamo fargli ancora più male. Abbiamo eletto 5 consiglieri alla regione, 4 ai comuni di Pescara, Montesilvano e Teramo, 2 a Miglianico, 1 a Bucchianico, Città Sant’Angelo, Mosciano, Nereto, Pineto, Tortoreto, forse anche Giulianova e Silvi. Un vero squadrone. Quindi a chi ha vinto dico di godersi questi giorni perché saranno gli unici tranquilli,

stiamo arrivando

Pin It

Related Posts

6 Responses to Stiamo arrivando

  1. monica e. scrive:

    Le tue analisi Massimo sono sempre molto buone, complimenti.
    Mi unisco sottovoce ad ognuna delle tue righe, se me lo concedi.
    Aggiungo che un po’ di sana autocritica dobbiamo farla tutti, mi riferisco soprattutto a livello nazionale, con umiltà ed oggettività e rinnovo la mia stima nei tuoi confronti, peraltro mai sopita, per la tua generosità d’animo. Grazie.

    • eleonora f. scrive:

      può forse una evoluzione civile essere misurata o ridotta a qualsiasi parametro quantificatore?
      la logica del vincitore o del perdente non può essere applicata a un fenomeno culturale come è quello del m5s
      quindi:il fatto che ci siamo,è un fatto meraviglioso imprevedibile e inafferabile
      grazie alle nostre bellissime candidate Sara ed Enrica

  2. eleonora f. scrive:

    può forse una evoluzione civile essere misurata o ridotta a qualsiasi parametro quantificatore?
    la logica del vincitore o del perdente non può essere applicata a un fenomeno culturale come è quello del m5s
    quindi:il fatto che ci siamo,è un fatto meraviglioso imprevedibile e inafferabile
    grazie alle nostre bellissime candidate Sara ed Enrica

  3. stefano viola scrive:

    io invece condivido solo le prime sette righe….. l’anno scorso alla segretaria regionale del Pd che si lamentava della stupidità di chi aveva votato M5S dissi che gli elettori (o se preferisci le persone) non sono intelligenti quando ti danno ragione e stupide quando ti danno torto. oggi a distanza di un anno quella stessa persona ringrazia gli elettori per la fiducia…… mi sembra un’analisi molto superficiale e presuntuosa. cerchiamo di essere diversi dalla solita politica anche in questo per favore, abbiamo il coraggio di prenderci le responsabilità che ci competono e se è vero che “uno vale uno” dobbiamo avere il coraggio di dire che le colpe non sono degli elettori che non hanno capito o che “si sono piegati al voto di scambio” (accusa molto grave che andrebbe motivata un pò più che con una semplicistica differenza di voti). nè tantomeno possiamo dire che le responsabilità sono “soprattutto a livello nazionale”. guardare le cose con senso di responsabiltà ci impone innanzitutto di riconoscere i propri errori, certo non si può pensare agli errori a livello nazionale quando il risultato prettamente politico, quindi dipendente dal nazionale, è sempre superiore al risultato dei canidati. quando il M5S alle europee a Pescara (per esempio) prende quasi il 30%, raccoglie solo il 22% alla regione e solo il 16% al comune forse c’è qualcosa che non va con il criterio di selezione dei candidati o con la capacità comunicativa dei candidati. Dire alle persone, ai cittadini, agli elettori “avete sbagliato…. non avete capito” “la prossima volta riflettete” mi sembra davvero molto stupido oltre che offensivo e scortese, un pò come quelle persone che dicono agli altri “non hai capito”…. non è solo un esercizio di buona educazione dire “non mi sono spiegato” ma è anche un ottimo sistema per imparare a spiegarsi meglio, a mettersi in discussione per raggiungere l’obiettivo. vedi caro Massimo, prima di guardare la pagliuzza nell’occhio del fratello cominciamo anche a vedere la trave che sta nel nostro. sai che non sono critico oggi (sarebbe troppo facile) sai che lo sono da un anno e io non sono uno di quei 50.000 di cui parlavi, sto in mezzo a quei 146.078…..

    • saveria scrive:

      massimo,
      tanti auguri di buon lavoro
      avete lavorato sempre con umiltà e competenza
      farete sicuramente altrettanto
      grazie anticipate di esserci

    • nunzio scrive:

      Scusami, ma non mi trovo assolutamente d’accordo sul fatto che noi non vediamo la “trave nel nostro occhio”, penso che i ragazzi di Pescara abbiano fatto un ottimo lavoro, ma purtroppo se non ci convinciamo della realtà culturale dell’Italia faremo errori ancora più gravi. Se vuoi leggi pure: http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/08/attivita-culturali-italiani-capre-e-ignoranti/771276/
      Oltre al lavoro sporco, fatto casa per casa (o con telefonate, fino all’ultimo momento), dai galoppini dei partiti politi, con promesse di posti di lavoro in un momento in cui la disoccupazione è altissima e, questo fenomeno si chiama “sciacallaggio,” cosa che assolutamente non facciamo noi! Infatti la differenza di risultato si vede, man mano che si scende a livello di conoscenza quasi diretta, con promesse e/o raccomandazioni (dalle elezioni europee alle comunali) i nostri voti scendono.
      Certo sicuramente degli errori sono stati fatti, ad esempio, a me non è mai piaciuto lo slogan “vinciamonoi” che non rappresenta sicuramente una forma di umiltà. Ma… ormai rappresenta il passato.
      Non molliamo ragazzi !!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>