11067639_10206314534366151_1264253321_o

SULLA MOBILITA’ UNA MAGGIORANZA “IMMOBILE”

by • maggio 12, 2015 • Comunicati, Consigli Comunali, locali, News, TurismoComments (1)1216

SULLA MOBILITA’ UNA MAGGIORANZA “IMMOBILE”

Bocciato in Consiglio comunale un odg del M5S per la redazione del piano della mobilità e del piano traffico

 

Quello che è accaduto ieri in Consiglio comunale ha dell’incredibile.

Dopo l’incontro della scorsa settimana tra il Vice Sindaco Del Vecchio ed i comitati cittadini “pro” e “contro” la scelta di modificare gli attuali sensi di marcia su via Regina Margherita, ieri, in Consiglio comunale, il Movimento 5 Stelle ha presentato un ordine del giorno “ad hoc”, per tentare di risolvere i problemi legati al traffico ed ai parcheggi nel centro ed allo stesso tempo per affrontare organicamente il tema della mobilità in tutta la città.

I pentastellati hanno chiesto di avviare, nei prossimi 2 mesi, la redazione di un Piano della Mobilità di Area Vasta, ed un Piano della Mobilità Sostenibile, strumenti necessari a creare le strategie da sviluppare successivamente con il piano del traffico e con cui incentivare e promuovere la mobilità dolce (ciclabile e pedonale).

“La revisione del Piano Generale del Traffico Urbano”

– dichiara la consigliera Erika Alessandrini –  

“è una priorità assoluta per evitare di continuare a cambiare i sensi di marcia delle strade cittadine come fossero bandiere soffiate dal vento. Via Milano ha cambiato 3 volte senso di marcia in un anno, via Margherita è diventata una tela di Penolope in cui chi arriva dopo sfascia ciò che ha fatto chi ci stava prima e corso Vittorio Emanuele II crea solo incertezze a chi la percorre e caos in tutte le vie circostanti in occasione dei mercatini del fine settimana.”

“Per tentare di risolvere i problemi della mobilità e del traffico pescarese”

 aggiunge la Alessandrini

“è necessario avere una visione di insieme su tutta l’area metropolitana considerando che la maggior parte delle migliaia di auto che girano in città provengono dai Comuni limitrofi. Con ciò non dobbiamo rinunciare ad affrontare le criticità della città: il centro cittadino, la riviera, la zona dell’ospedale, l’area dell’Università, la mancanza di corsie preferenziali per i bus e la scarsità di piste ciclabili”. 

 

E per l’arrivo della stagione estiva, che puntualmente finisce per far collassare la riviera, i consiglieri penta stellati lanciano una proposta innovativa: un PIANO DELLA MOBILITA’ ESTIVA per gestire al meglio il grande afflusso dei frequentatori delle spiagge pescaresi. Un piano sperimentale che dal 1° Luglio valorizzi la funzione ricreativa della riviera, riorganizzi la sosta dei residenti nel centro cittadino e riduca l’accesso delle auto nelle zone centrali della città nelle ore di maggior afflusso di pedoni.

“Dopo quasi un anno di governo nulla è cambiato,”

 conclude la Alessandrini

“non un’idea, non una proposta. Continuano ad assumere e pagare esperti del settore mobilità, ma nel momento di votare un atto concreto con cui indirizzare i lavori degli uffici, dicono NO, senza proporne altro. La bocciatura della proposta del M5S arriva addirittura anche dallo stesso Presidente della Commissione Grandi Infrastrutture e Mobilità, Francesco Pagnanelli, di cui fino ad oggi si ricordano come uniche idee messe in campo sulla mobilità, solo quelle di portare a spasso per la città la commissione da lui presieduta.”

E’ arrivato il momento di cambiare il senso soprattutto a questa Amministrazione Comunale che, dal suo insediamento, sulle politiche della mobilità, ha continuato a creare disagi e confusione come chi l’ha preceduta, chiudendosi alle idee di chi almeno una visione su questo tema ce l’ha e la propone.

Pin It

Related Posts

One Response to SULLA MOBILITA’ UNA MAGGIORANZA “IMMOBILE”

  1. Francesco De Simone scrive:

    Il Prato della Valle di Padova è una delle più grandi e più belle piazze d’Italia e d ‘Europa. ADESSO. Io l’ho vista tanti anni fa quando era un immenso parcheggio. Piazza Plebiscito di Napoli e un vanto di quella Città.ADESSO Negli anni 60 ci parcheggiavo la mia seicento perchè era un immenso parcheggio. Ho vissuto a Francoforte A.M. dove in centro ci si va con la bici a piedi con la UBan con i tram e con gli autobus. Ci si va anche in auto ma il parcheggio lo trovano solo i magnati negli scantinati dei loro grattacieli. Adesso vado spesso a Bolzano dove vive mia figlia (Fahrradstadt Bozen – Bolzano la città della bicicletta c’è scritto sui cartelli all’inizio della città.) Tante città al mondo soprattutto al nord hanno studiato, condiviso e attuato superando fatiche e difficoltà l’Agenda 21 Locale. A Pescara è rimasta una delega affidata ad assessori stanchi e sfiduciati. Adesso è in mano alla Giovane Teodoro. Datele una mano. Un giorno fra un po di anni (sarò ancora in vita dato che ho quasi 80 anni?) anche l’area di risulta davanti alla stazione, che adesso è il più grande parcheggio d’europa in centro città, diventerà un luogo che sarà il vanto di Pescara. Ma questo solo se a governare ci va il MOVIMENTO e riesce a studiare, condividere con spirito olistico e attuare l’A21L però ci vuole molto impegno perchè occorre vincere le convinzioni consolidatissime dei pescaresi. A me sarebbe bastato poter percorrere in bici corso vittorio emanuele senza mettere a repentaglio la mia prostata e passeggiare sempre in bici la riviera nord senza sembrare un ubriaco oltre a permettere alla mia nipotina a cui piace pattinare poter percorrere con i pattini la stessa riviera. Sciccise!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>