996766_964448176936479_5507779223238501978_n

TARGHE ALTERNE: L’ALTERNATIVA C’ERA.

by • gennaio 11, 2016 • Ambiente, Controinformazione, locali, News, Trasporti, UncategorizedComments (0)488

TARGHE ALTERNE: L’ALTERNATIVA C’ERA.

Due dicono targhe alterne, due si dichiarano contro.
‪#‎FantasticiQuattro‬ applicano ancora una volta lo schema standard del‪#‎PD‬: “confondi e scappa”.  

I primi due compensano le gravi mancanze di tutti e quattro con palliativi di emergenze, mentre gli altri due si vestono da oppositori sui giornali nel tentativo di recuperare i voti persi da tutti e quattro.

Ma facciamo un passo indietro.

I fantastici quattro, protagonisti dell’operazione “non si poteva fare altrimenti” sono: Sindaco, vice sindaco e presidenti commissione mobilità e ambiente. (Menzione speciale per questi ultimi “dico contro, ma faccio a favore”.)

Mentre i loro rispettivi nelle altre città riducono le temperature del riscaldamento di case ed uffici, vietano ai negozi di lavorare con le porte spalancate, incentivano i mezzi a GPL, elettrici e metano, avviano campagne concrete per l’uso dei mezzi pubblici, a Pescara cosa fanno i responsabili di mobilità e ambiente?

Bloccano la città, il commercio, le famiglie che devono portare i figli a scuola e chi deve andare a lavoro. Alternative portate avanti? Non pervenute.

Quello che un’amministrazione seria e competente avrebbe dovuto fare è invece un PIANO DI RISANAMENTO DELL’ARIA, cercando di venire incontro ai cittadini più colpiti dai provvedimenti anti-inquinamento. Nel resto d’Italia nelle giornate delle targhe alterne, con un biglietto del bus, si può circolare per l’intera giornata, si scontano i prezzi dei parcheggi a pagamento per chi usa auto a GPL e metano, si incentivano i lavori di ristrutturazione che favoriscano la riduzione delle dispersioni termiche, si favorisce la sostituzione delle vecchie caldaie, si dotano interi quartieri di teleriscaldamento.

Allora le domande sono tante: dove è il piano di risanamento dell’aria della città di Pescara di loro competenza? Dove è?Dove possiamo ravvisare qualche segno del loro lavoro? Quando se ne è discusso in commissione?

O meglio, la domanda dovrebbe essere solo una: dov’è la loro capacità di amministrare?

La strategia “confondi e scappa” non funziona più. La città vede e capisce. Nessuno di loro è stato in grado di creare un’alternativa e la mancanza di capacità di programmazione e di responsabilità amministrativa si concretizza in una classe politica che, dopo aver mancato ai propri doveri, si adopera solo per chiamarsi fuori nel buffo tentativo di rimanere ancora un volta in piedi.

Ma a breve, i documenti e le (mancate) azioni saranno chiare a tutti così come i danni che stanno creando alla nostra città.

[Ps: ricordiamoci chi ha sostenuto questo Sindaco dandogli in mano le chiavi della città.
Pps: ricordiamoci anche che le stesse persone che oggi lo criticano si sono rifiutate di sfiduciarlo confermandogli, ancora una volta, la possibilità di prendere decisioni per la città.]

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>