TRA UN ANNUNCIO ED UN ALTRO, IL COMMERCIO ASPETTA.

by • aprile 21, 2015 • Argomenti, Attività in Comune, Commercio e politiche lavoro, Consigli Comunali, locali, Mozioni, News, Video, Video Consiglieri comunaliComments (0)787

“L’annuncite” è estremamente diffusa nel PD.

Si manifesta con sintomi piuttosto riconoscibili: senso di grandiosità, impiego incondizionato di promesse non mantenute, uso eccessivo di slogan, produzione di azioni populistiche tese all’impressionabilità e/o alla ricerca di novità e dipendenza da hastag. A questi elementi si aggiunge una tendenza a reagire difensivamente nel momento in cui si viene smascherati e ad attivarsi nella costruzione di una realtà parallela e non corrispondente al vero.

Ebbene, “l’annuncite”, in alcune sue interessanti declinazioni e sfumature, ha colpito anche il PD locale.

Il 25 marzo infatti abbiamo protocollato una proposta di deliberazione in grado di eliminare una tassa (non dovuta) che è stata fatta pagare ai commercianti per quasi vent’anni (dal 1998) a causa di “un’errata interpretazione” dei regolamenti comunali.

In seguito alla presentazione della delibera del m5s, l’amministrazione del PD ha annunciato a stampa e tv di aver in realtà già provveduto (dal mese di dicembre!) a stilare un documento simile, affermando che tale delibera (uscita come un coniglio dal cilindro) fosse già in lavorazione presso gli uffici e che (udite udite) sarebbe stata discussa e votata in consiglio comunale in meno di 15 giorni.

#PescaraVeloce #Diremo #faremo #CommerciantiStateSereni

Oggi, dopo quasi un mese, nessuna delibera dell’amministrazione di centrosinistra è stata presentata, né tantomeno votata nel consiglio comunale di questa mattina (e a dire tutta la verità neanche messa in discussione nelle commissioni). Oggi, dopo quasi un mese, “l’annuncite” del PD si è manifestata per quello che è. La forma più grave di immobilismo del nostro paese che è governato da chi usando il futuro semplice del #diremo #faremo riesce a bloccare anche chi, invece, prediligendo i fatti alle parole, presenta soluzioni concrete ed immediatamente attuabili.

Ad oggi la nostra delibera è sul tavolo (e questo è l’unico dato certo).

Aspettiamo quindi fiduciosi che all’”annuncite” del PD si sostituisca un atteggiamento di serietà ed efficienza e che si proceda alla votazione della proposta del m5s aiutando così concretamente un settore in forte crisi.

I commercianti di un’intera città stanno aspettando. L’epoca delle finte promesse è finita.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>