Programma Spoltore a 5 Stelle

by • aprile 16, 2012 • locali, NewsComments (1)1520

Grazie all’intenso lavoro di tutti i cittadini che hanno partecipato attivamente alle Assemblee Pubbliche il gruppo Spoltore a 5 Stelle ha finalmente terminato la stesura del programma che presenteremo alle prossime elezioni che si svolgeranno nel nostro comune nel mese di maggio.

In questi ultimi mesi i cittadini di Spoltore hanno discusso ed analizzato i problemi che affliggono il nostro comune e da questo intenso lavoro è uscita la nostra proposta costruita non per rispondere agli interessi dei pochi “amici” ma dei tanti cittadini di Spoltore.

Invitiamo tutti a dare il proprio contributo sia commentando il programma su questa pagina, sia e soprattutto partecipando di persona e invitando tutti i cittadini di Spoltore alle nostre Assemblee Pubbliche. Per migliorare i nostri comuni abbiamo bisogno anche delle tue idee!

Queste le idee che vogliamo portare avanti per il bene di tutti i cittadini di Spoltore

1. Rapporto tra istituzione e cittadini.

  • Vincolo di mandato. Ogni consigliere eletto nelle liste del Movimento 5 Stelle deve considerarsi un delegato del Movimento e accetta il vincolo di mandato nel senso che le sue azioni e le sue decisioni sono sempre sottoposte a verifica da parte del Movimento. In caso di sfiducia da parte del Movimento il consigliere si impegna a dimettersi dalla carica.
  • Trasparenza nell’attività del Comune. Il comune si impegna a dare la massima pubblicità alle sedute comunali, anche sul sito web dell’ente e con ogni altro mezzo di comunicazione, in modo da poter garantire il massimo coinvolgimento della popolazione. Si impegna inoltre al regolare e puntuale resoconto pubblico dello svolgimento delle sedute e delle decisioni prese.
  • Democrazia diretta. I provvedimenti comunali dovranno essere resi pubblici almeno un mese prima della loro adozione per ricevere commenti e suggerimenti da parte dei cittadini mediante una serie di strumenti appositamente creati dal comune sul proprio sito internet ma anche prevedendo forme alternative (questionari, sportelli presso le delegazioni, etc.) per coloro i quali (persone anziane e/o non informatizzate) non hanno accesso alla rete.
  • Bilancio partecipativo. I cittadini diventano protagonisti diretti nella predisposizione del bilancio comunale mediante l’adozione di meccanismi idonei al recepimento nel bilancio delle istanze e delle esigenze del territorio espresse nelle forme previste http://it.wikipedia.org/wiki/Bilancio_partecipativo
  • Compensi degli amministratori. Pubblicazione sul sito web del comune dei compensi percepiti da assessori e consiglieri comunali nonché dei dati relativi alle attività svolte dai singoli rappresentanti e delle eventuali assenze.
  • Limiti temporali per le cariche elettive. Il Movimento 5 Stelle si batterà anche a Spoltore affinché la politica torni ad essere considerato un servizio alla cittadinanza e non un mestiere. Per questo i consiglieri eletti nella lista M5S si impegnano a non eccedere i due mandati consecutivi, ma si impegnano altresì a battersi in consiglio comunale affinché venga deliberato un provvedimento che vincoli sindaco, assessori e consiglieri comunali al rispetto dello stesso principio.

2. Energia

  • Efficienza energetica nel privato. Incentivazione di iniziative volte all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici privati (coibentazione dei fabbricati, infissi a taglio termico, doppi vetri utilizzo di energie rinnovabili alternative, etc.).
  • Efficienza energetica nel pubblico. Adozione di provvedimenti per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici e degli impianti di pubblica illuminazione (illuminazione a led: http://it.wikipedia.org/wiki/LED) al fine di contenerne i costi a carico della collettività.
  • Gruppo di acquisto fotovoltaico. Creazione di un gruppo di acquisto fotovoltaico comunale http://www.solare.tv/ per dotare tutti gli edifici idonei (edilizia residenziale recente, capannoni industriali, pensiline con esclusione dei tetti del centro storico, degli edifici di pregio e di quelli dei casolari di campagna ristrutturati) di pannelli fotovoltaici a costo zero per il privato, con finanziamento della Banca Etica e pagamento dell’investimento per mezzo dell’energia venduta. http://www.parmatoday.it/cronaca/fotovoltaico-colorno-traversetolo-san-secondo.html
  • Divieto di installare impianti fotovoltaici a terra. Al fine di non consumare terreno agricolo, di non deturpare il paesaggio e di non consentire speculazioni il comune dovrà istituire divieto di installare impianti fotovoltaici a terra su terreni agricoli, specie se di grandi dimensioni, in tutto il territorio comunale http://www.greenme.it/informarsi/agricoltura/4182-impianti-fotovoltaici-scatta-il-divieto-di-istallazione-sui-terreni-agricoli-del-veneto

3. Informazione e connettività.

  • Verifica della connettività ADSL e wi-fi per consentire l’accesso alla rete e alla libera informazione su tutto il territorio comunale.
  • Allestimento di hotspot wi-fi ad accesso gratuito nei punti di aggregazione del territorio comunale (piazze, parchi pubblici, etc.).
  • Ammodernamento del sito web del comune in modo da poterlo rendere un efficace strumento di democrazia diretta e di consentire alla popolazione la partecipazione e il controllo dell’attività della pubblica amministrazione.

4. Economia.

  • Risanamento del bilancio comunale con tagli agli emolumenti e alle prebende di sindaco, assessori e consiglieri e agli sprechi della macchina amministrativa (lungaggini e passaggi burocratici eccessivi, inefficienza delle procedure etc.).
  • Progressiva riduzione dell’indebitamento del Comune verso le banche evitando di contrarre per il futuro ulteriori debiti sotto qualsiasi forma per attività, opere e servizi non ritenute indispensabili dalla cittadinanza.
  • Ritorno alla gestione pubblica dei servizi primari attualmente affidati a privati al fine di ottenere il controllo delle tariffe e per garantire la gestione dei proventi a esclusivo vantaggio della comunità.
  • Rilancio dell’economia spoltorese con iniziative volte a valorizzare le risorse sostenibili esistenti quali centro storico, convento, paesaggio rurale e attività agricole, cultura e tradizioni puntando sulla valorizzazione turistica ed enogastronomica (produzioni agricole di qualità) mettendo anche a frutto le notevoli opportunità fornite dalla felice posizione geografica del comune (vicinanza a Pescara e a Chieti, prossimità ad importanti assi viari, facilità di connessione con il mare e la montagna, etc.).
  • Favorire il commercio di prodotti agricoli del territorio anche mediante la creazione di uno o più punti vendita comunali (farmer’s market a filiera corta e km zero, http://www.mercatidelcontadino.it/cosa-sono.html) nelle aree più densamente popolate del territorio comunale (Centro storico, Villa Raspa, Santa Teresa).
  • Sostegno all’associazionismo che offra servizi di pubblica utilità.

5. Trasporti.

  • Sviluppo di una rete di piste ciclabili interconnesse e continue su tutto il territorio comunale, in particolare lungo il collegamento Spoltore – Pescara fino alla connessione con la pista ciclabile del Parco Fluviale (accordi con la provincia di Pescara ed il comune di Pescara per l’adeguamento delle pista ciclabile di rispettiva competenza in modo da creare la continuità tra i vari sistemi).
  • Verifica della presenza e della continuità di marciapiedi lungo le strade dei centri storici e delle frazioni, con adeguamento delle sezioni e dei passaggi agli standard minimi, realizzazione delle rampe, attraversamenti pedonali e tutto ciò che possa garantire in sicurezza il transito dei pedoni.
  • Creazione di una rotonda a Villa Raspa, all’incrocio con la S.S. 602, per favorire il deflusso nelle ore di punta, e conseguente adeguamento della sezione della Via Italia da questo punto fino al confine con Pescara (prendendo inoltre accordi con il comune di Pescara per l’adeguamento della stessa strada fino al ponte della Libertà detto “di Capacchietti”).
  • Adeguamento della sezione del ponte sul Fosso Grande nei pressi della Motorizzazione e creazione di un ulteriore collegamento tra Villa Raspa e via Prati in modo da far defluire più rapidamente il traffico tra Spoltore e Pescara e da creare un collegamento rapido e diretto con l’Ospedale Civile. (attualmente tutto il traffico tra Villa Raspa Pescara transita obbligatoriamente per la Motorizzazione o per la S.S. 602.
  • Razionalizzazione del trasporto pubblico in ambito comunale con particolare riguardo al collegamento con il centro di Pescara promuovendo la verifica delle corse esistenti di ARPA e GTM e l’eventuale implementazione delle stesse al fine di avere un collegamento frequente (almeno ogni 20 minuti) nella fascia oraria diurna e scoraggiare l’uso del mezzo privato nel territorio comunale.
  • Progetto pilota per verificare la fattibilità di trasferire interamente l’onere del trasporto pubblico in ambito comunale di area metropolitana sulla fiscalità generale al fine di incrementare l’uso del mezzo pubblico.
  • Analisi del problema del traffico lungo la S.R. 602 e proposta di soluzioni concrete per alleggerire il flusso veicolare, anche – eventualmente – mediante la costruzione di un raccordo stradale tra gli ipermercati e l’asse attrezzato.
  • Navigabilità del fiume Pescara dal centro di Pescara a Santa Teresa: studio di fattibilità per istituire un regolare servizio pubblico di battelli lungo il fiume Pescara al fine di incrementare la mobilità alternativa e il trasporto pubblico.

6. Raccolta rifiuti.

  • Incrementare ed estendere la raccolta differenziata porta a porta a tutto il territorio comunale per raggiungere l’obbiettivo del 65% di RD entro la fine del 2012.
  • Attivare corsi di formazione sulla raccolta differenziata per i cittadini nonché appositi programmi di sensibilizzazione per i ragazzi delle scuole.
  • Rendere obbligatoria la raccolta differenziata in tutti gli edifici pubblici e le infrastrutture comunali (sede comunale, delegazioni, impianti sportivi e soprattutto scuole).
  • Promuovere il compostaggio domestico (o autocompostaggio) e fornire le famiglie che ne faranno richiesta di composter domestico.
  • Sostituire la TARSU con una tariffa che premi chi attua buone pratiche di gestione dei propri rifiuti (riduzione del rifiuto, riuso, riciclaggio) consentendo ai cittadini virtuosi un consistente risparmio sui costi di smaltimento dei rifiuti.
  • Creare una piattaforma ecologica comunale alla quale il cittadino possa conferire spontaneamente rifiuti selezionati (http://www.attiva-spa.it/le-stazioni-ecologiche.html) in cambio di uno sconto, calcolato in base al quantitativo di materiale conferito, sulla tariffa di smaltimento RSU.
  • Incrementare presso gli esercenti e presso i cittadino la pratica dell’acquisto di prodotti sfusi ( http://www.riducimballi.it/Sito/index.php)

7. Scuola.

  • Verifica e razionalizzazione dell’insieme di tutte le infrastrutture didattiche comunali al fine di rinvenire spazi idonei alla creazione di un polo didattico organico e organizzato che preveda una pluralità di servizi complementari alla didattica quali: biblioteca – mediateca, servizio mensa, asilo nido comunale, servizio di pre-post scuola, locali idonei all’intrattenimento e alla socializzazione dei bambini e dei giovani.
  • Risoluzione del problema strutturale della scuola secondaria (media) di via Montesecco finalizzata al rapido ripristino dell’efficienza della stessa.
  • Ampliamento dell’infrastruttura scolastica di Santa Teresa.
  • Adeguamento normativo e antisismico di tutti gli edifici scolastici comunali.
  • Sistemazione della viabilità antistante gli edifici scolastici comunali per evitare il formarsi di file e ingorghi all’ingresso e all’uscita degli alunni con il conseguente aumento dell’inquinamento ambientale a danno dei ragazzi, promuovendo inoltre iniziative volte a scoraggiare l’accompagnamento in automobile degli scolari (vedi: http://www.piedibus.it/index.php?c=5)
  • Attivazione del servizio mensa (facoltativo) in tutti gli edifici scolastici.
  • Sostegno del Comune alle attività didattiche complementari della scuola.
  • Sostegno del Comune all’informatizzazione del sistema scolastico che consenta agli studenti un rapido, efficace e continuo accesso a materiali e attività didattiche, anche – ad esempio- durante i giorni di assenza per malattia, e ai genitori, per il tramite di una chiave d’accesso personale, alle informazioni sulla frequenza e il profitto dei propri figli.

8. Sport e attrezzature sportive.

  • Razionalizzazione dell’offerta sportiva comunale con opere di manutenzione, adeguamento e ampliamento degli impianti sportivi esistenti, ed eventuale implementazione degli stessi secondo un piano razionale che consenta la fruizione degli impianti da parte di tutti i cittadini. In particolare sarà necessario che siano presenti sul territorio comunale un sufficiente numero di campi sportivi per praticare una pluralità di attività (calcio, basket, pallavolo, tennis, tiro con l’arco, etc.), una palestra polifunzionale, una piscina comunale.

9. Edilizia e territorio.

  • Sospensione delle concessioni edilizie per evitare ulteriori azioni di cementificazione selvaggia e consumo del territorio e revisione dello strumento urbanistico denominato “accordo di programma”.
  • Censimento edilizio degli immobili presenti sul territorio comunale al fine di favorire la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.
  • Revisione del piano regolatore comunale in modo da consentire la razionalizzazione e ottimizzazione dell’uso del territorio comunale evitando per il futuro speculazioni edilizie, cementificazioni selvagge e il conseguente consumo di territorio.
  • Incremento delle aree destinate a verde pubblico e sistemazione e messa in sicurezza dei parchi pubblici esistenti.

10. Partecipazione del comune alle reti dei comuni virtuosi.

Pin It

Related Posts

One Response to Programma Spoltore a 5 Stelle

  1. nicola scrive:

    quoto al 100%.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>